EPIFANIA A TRANI IN APPARTAMENTO

Festeggia la Befana a Trani con l’offerta Epifania di Residence Don Marino

Arriva l’Epifania, il primo weekend dell’anno! La Befana non porta solo i dolci, porta anche l’offerta Residence don Marino per iniziare il 2020 con il meritato relax. Con la nostra offerta Epifania 2020 hai anche la sicurezza di una posizione fantastica proprio in pieno centro storico a Trani, una delle più belle cittadine di Puglia.   La nostra offerta Epifania 2020 è studiata per offrirti tutti i comfort di un appartamento, per garantirti il vero relax e trascorrere giornate all’insegna del divertimento ( con il ricco calendario di attività in città )  per la tua befana con bambini in famiglia, fare una breve vacanza in coppia o un weekend tra amici.   Speciale Epifania Trani 2020  3̼ ̼G̼i̼o̼r̼n̼i̼ ̼ ̼(̼2̼ ̼n̼o̼t̼t̼i̼)̼ ̼a̼ ̼s̼c̼e̼l̼t̼a̼ ̼d̼a̼l̼ ̼ 1/01 ̼a̼l̼ ̼6/01 – 2020
  • Soggiorno in appartamento con una camera da letto per due persone – 25,00 € a persona a notte
  • Soggiorno in appartamento con due camere da letto per 4 persone – 20,00 € a persona a notte
  • Connessione Wi-Fi gratuita
  • Parcheggio videosorvegliato (incluso nel prezzo)
  • La nostra calza della Befana in camera.
  • Bambini fino a 8 anni gratis in appartamento con i genitori!
  L’offerta è soggetta a disponibilità degli appartamenti e richiede un soggiorno di minimo 2 notti Richiedi un’offerta personalizzata

PONTE DELL’IMMACOLATA

3 Giorni  (2 notti) a scelta dal 5/12 al 8/12

al prezzo di euro 52,00

per un  appartamento di 4 posti che diamo in esclusiva a 2  persone  

con tutti i confort compreso  parcheggio privato coperto!

FESTA DELL’IMMACOLATA 2019 – 2 GG

2 PERSONE X 2 GIORNI: € 52, 00

3 PERSONE X 2 GIORNI: € 62, 00

4 PERSONE X 2 GIORNI: € 72, 00

5 PERSONE X 2 GIORNI: € 82, 00

PROMOZIONE BLACK FRIDAY

Effettuando la prenotazxione  del tuo soggiorno  nella settimana del black friday  ( 22/11-29/11)

OTTERRAI IL 10% SUL TOTALE DEL SOGGIORNO

Condizioni dell’Offerta “BLACK FRIDAY  2019”:

  • Offerta a disponibilità limitata al contingente appartamenti
  • Soggiorno minimo  3 notti
  • Offerta non cumulabile con altre  tipologie di offerta
  • Caparra minima del 30%
  • Escluso Periodo 05/8 -20/08

Trani capitale italiana della cultura 2021? Ufficialmente presentata al Ministero la candidatura.

Il Comune di Trani, nella persona del suo rappresentante legale (il sindaco Amedeo Bottaro) ha inviato al Segretariato Generale del ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo la manifestazione di interesse al procedimento di selezione per il conferimento del titolo di capitale italiana della cultura per l’anno 2021. Dopo aver ottenuto la qualifica di “Città che legge”, l’Amministrazione tranese punta ad un traguardo ambizioso. Il primo passo verso la candidatura è stato compiuto, a poche ore di distanza dalla pubblicazione del bando ministeriale per il conferimento del titolo di “Capitale italiana della cultura” per l’anno 2021. “Sarà una sfida stimolante e a me, personalmente, le sfide piacciono. Mettiamo in conto di dover sfidare altre città blasonate ma la nostra Trani ha le potenzialità, culturali, artistiche e storiche, per poter competere. In questi mesi dovremo essere bravi a fare rete, sia come comunità che territorio, per sviluppare una pianificazione strategica vincente. Di certo sarà una bella esperienza, mi auguro quanto più partecipata e condivisa possibile”. Il conferimento del titolo di capitale italiana della cultura», in linea con l’azione dell’Unione europea, si propone i seguenti obiettivi: il miglioramento dell’offerta culturale, la crescita dell’inclusione sociale e il superamento del cultural divide; il rafforzamento della coesione e dell’inclusione sociali, nonché dello sviluppo della partecipazione pubblica; il rafforzamento degli attrattori culturali per lo sviluppo di flussi turistici, anche in termini di destagionalizzazione delle presenze; l’utilizzo delle nuove tecnologie, anche al fine del maggiore coinvolgimento dei giovani e del potenziamento dell’accessibilità; la promozione dell’innovazione e dell’imprenditorialità nei settori culturali e creativi; il conseguimento di risultati sostenibili nell’ambito dell’innovazione culturale; il perseguimento della sostenibilità così come indicato dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’Onu. Entro il prossimo 2 marzo le città che concorreranno al conferimento del titolo dovranno inviare un dossier di candidatura. Al dossier lavorerà l’assessore alle culture Felice Di Lernia: “Di questa esperienza – spiega l’assessore – ci interessa sia il risultato che il percorso: innanzitutto perché costruire occasioni di partecipazione costituisce valore in sé e poi perché tutto ciò che riusciremo a realizzare dal punto di vista progettuale rappresenterà la traccia di lavoro dei prossimi anni”.   Fonte: Radio Bombo http://radiobombo.com/news/85684/trani/trani-capitale-italiana-della-cultura-2021-ufficialmente-presentata-al-ministero-la-candidatura-bottaro-e-di-lernia-moderatamente-ottimisti

Elisa torna a Bari con un concerto al Palaflorio: 4 dicembre 2019

Reduce dal successo del “Diari Aperti Tour” che ha conquistato 50 teatri in appena 2 mesi, segnando ovunque il sold-outElisa riparte alla volta di una nuova avventura, questa volta nei palasport, che la vedrà impegnata per tutto l’autunno. La cantante di Molfalcone tornerà ancora una volta in Puglia mercoledì 4 dicembre, con una tappa al Palaflorio di Bari Il tour si preannuncia completamente rinnovato nella scaletta, nella formazione e negli arrangiamenti, dando mondo all’artista di mostrare il suo desiderio di sperimentare e quel suo innato eclettismo che le consente di spaziare facilmente dall’inglese all’italiano, dall’elettronico all’acustico, in modo unico e vincente.
video

VIDEO

Fonte:  Puglia.com

Natale 2019, tutte le manifestazioni di “Trani t’incanta”: programma e date

Gli eventi, che si svolgeranno tra il 2019 e il 2020, sono molto diversi tra loro e cercano così di accontentare gusti ed esigenze di tutti. Dai tradizionali mercatini di natale alle degustazioni enogastronomiche, dai concerti a spettacoli di intrattenimento, è molto vasto il ventaglio delle opportunità.

Di seguito l’elenco dei soggetti ammessi, date e luoghi dove si svolgeranno le manifestazioni: Archeoclub Trani, Biblioteca G. Bovio e chalet della villa comunale (14 dicembre e 15 dicembre): evento culturale “Giornate di storia – Oltre i muri”; Associazione culturale “Libera i libri”, quartiere via Andria, centro storico e villa comunale (fine settimana dall’8.12.2019 al 6.1.2020): “Babbo Natale a Trani”, circolazione di slitta con musica e personaggi natalizi; Comitato di quartiere via Andria, quartiere via Andria, centro storico (fine settimana dall’8.12.2019 al 6.1.2020): “Natale nella periferia nord di Trani”, presepe permanente in via Ragno, 19 e circolazione di slitta con musica e personaggi natalizi; Associazione “La carovana”, piazza Papa Giovanni Paolo II e centro sportivo Vallisa (dall’8.12.2019 al 6.1.2020): Presepe e torneo di calcio; Associazione UNITALSI, via Mario Pagano (9,10,11,12,14,16,17,18,19,20 e 23 dicembre): storie, foto e letterine con Babbo Natale; Associazione UNITALSI, piazza della Repubblica (8 dicembre): mercatino natalizio Ideando ADV, c.so Regina Elena (16 novembre): “Castagne e vino”, degustazioni enogastronomiche ed intrattenimento musicale; Ideando ADV, c.so Regina Elena (24 dicembre): “La vigilia in salotto”, degustazioni enogastronomiche ed intrattenimento musicale; Ideando ADV, nei pressi delle attività commerciali aderenti all’iniziativa (24 dicembre): “La vigilia tranese”, street food ed intrattenimenti musicali; Associazione culturale “Arsensum”, chalet villa comunale (dal 3 al 9 dicembre): esposizioni e performance artistiche; Associazione culturale “Arsensum”, piazza della Repubblica (9, 10, 23 e 24 novembre): “L’arte in piazza”, esposizione artistica; Associazione “Trani sociale”, (dall’8.12.19 al 3.1.20): contest fotografico “Natale d’incanto 2019”; Associazione “Trani sociale”, c.so Vittorio Emanuele (24 dicembre): “Fcazz & Beer” Associazione “Su Venir”, vico Baldassarre e vico Davanzati (9,10,16,17,23,24,30 novembre e 1,7,8,14,15,21,22 dicembre): mostra-mercato dell’artigianato ed eventi collaterali; Associazione “Su Venir”, piazza Longobardi (dal 15.11.19 al 15.1.20): “Il villaggio di Babbo Natale”, mercatino ed attrazioni a tema; Soc. Coop. Sociale “Casa di carta”, via San Giorgio e piazza della Repubblica (21, 22 e 23 dicembre): riciclo in festa; Associazione Commercianti Ambulanti Tranesi, piazza Indipendenza (1,8,15,22 e 29 dicembre): “Natale in periferia”, mercatino rionale; GIFER srl, piazza Plebiscito (dal 7.12.19 al 7.1.20): esposizione albero di Natale; GIFER srl, piazza della Repubblica – lato Bovio (dal 7.12.19 al 7.1.20): esposizione albero di Natale; GIFER srl, banchina del porto (dal 7.12.19 al 7.1.20): esposizione albero di Natale; Associazione Boaonda, via Mario Pagano (30 novembre): “Danze d’incanto”, invito al ballo con musiche natalizie; De Cillis & Zecchillo, piazza Libertà (9,10,16,17,23,24,30 novembre e 1,7 e dall’8 dicembre al 6 gennaio): Degustazioni enogastronomiche e intrattenimento musicale; Associazione “Ritmi Misti”, chalet villa comunale (dal 19 al 27 dicembre): selezione coro interculturale “Elianto”; Associazione “Anteas”, teatro Impero (22 novembre): “La bottega della fiducia”, rappresentazione opera “La traviata”; Labò SRL, via San Giorgio (dal 15 al 31 dicembre): Natale in via San Giorgio; Paola Puce, chiesa San Rocco e chiesa San Francesco (22 dicembre e 23 dicembre): “Natale in armonia”, concerti natalizi; Vittorio Cassinesi, piazza Papa Giovanni Paolo II (8 dicembre), piazza Padre Kolbe (12 dicembre), P.za Madre Teresa di Calcutta (19 dicembre), piazza Albanese (26 dicembre): “Rioni in festa”, giochi e spettacoli di intrattenimento; Rosanna Guglielmi, piazza della Repubblica (9,10,16,17,23,24,30 novembre e 1,7,8,14,15,21,22,28,29 dicembre): “Creazioni di Rosanna”, esposizione creazioni natalizie artigianali; Maiora srl, piazza Quercia (dall’11.11.19 al 6.1.20): esposizione albero di Natale; Corte Bianchi, palazzo Bianchi (27 dicembre): spettacolo “Musica e danza”; Domenico Corrado, piazza Teatro (24, 25 e 26 dicembre): “Caro Babbo Natale”, allestimento scenografia natalizia e intrattenimento per bambini; Associazione “Incanto”, piazza della Repubblica, via San Giorgio e via Mario Pagano (dal 30.11.19 al 6.1.20 30.11,1,6,7,8,13,14,15, dal 23 al 29 dicembre e 4,5,6 gennio): “Trani on ice show”, “Natale di gusto”, “Mercatini d’incanto”.

Il New York Times incorona Puglia e Liguria mete del 2019

Un luogo dei sogni per ogni settimana dell’anno. E’ la prestigiosa selezione dei 52 Places to Go del New York Times dove quest’anno brillano due regioni italiane: Puglia, al 18/o posto, e Liguria, al 25/o. Sempre poche rispetto alle miriadi di destinazioni meravigliose e Patrimonio dell’Umanità Unesco che l’Italia offre, ma comunque una conferma preziosa per due recenti scoperte del turismo internazionale. La Puglia, scrigno di architettura barocca e spiaggia da sogno nel tacco d’Italia, è segnalata al n.18 per le “antiche masserie fortificate, sempre più trasformate in boutique hotel” (in particolare la Masseria Torre Maizza di Rocco Forte e il Castello di Ugento del XVII secolo) e anche per cultura vinicola millenaria, “iniziata quando i greci piantavano viti dalla loro terra attraverso l’Adriatico”. Anche la famiglia Antinori recentemente ha aperto il bistrot Tormaresca a Lecce come parte della propria espansione nella regione. Il NYT guarda anche al futuro turismo “spaziale” dato che a Grottaglie aprirà la base di Virgin Atlantic. Infine, viene segnalato come la crociera italiana di Abercrombie & Kent includa la Puglia e il Parco Nazionale del Gargano. E anche i voli ora sono più facili -sottolinea il quotidiano – con le nuove rotte di Transavia, EasyJet e Air Italy. Della Liguria, numero 25 della selezione, viene segnalato il Golfo Paradiso, “gemma rara e incontaminata tra l’affascinante Portofino e il porto industriale di Genova”: una tranquilla striscia di costa raramente esplorata dai viaggiatori nella regione, secondo i redattori di viaggi d’oltreoceano. Patria di 5 villaggi spesso trascurati, tra cui Camogli, presenta una serie di pittoreschi borghi di pescatori belli come le Cinque Terre, che secondo il NYT sono ormai “travolte dai turisti” tanto da spingere in alcune aree le autorità a discutere misure per arginare il flusso dei gitanti. Del Golfo Paradiso si decantano i giardini fioriti a Pieve Ligure, le spiagge di Sori e l’abbazia romanica di San Fruttuoso, accessibile solo in barca o dopo un’impegnativa camminata, ma anche la cucina tra acciughe appena pescate, trofie arrotolate a mano e focacce ripiene di formaggio di Recco. Tra le altre destinazioni da non perdere nell’anno appena cominciato ci sono al n.1 Porto Rico, ripartita dopo le devastazioni dell’Uragano Maria anche grazie al rinnovamento dell’offerta culturale, al n.2 l’indiana Hampi i cui oltre mille affascinanti monumenti in pietra diventano più accessibili grazie a nuovi collegamenti aerei e nuovi alberghi. Terza Santa Barbara, che oltre alle spiagge oceaniche e al fascino vip, diventa meta appetibile anche per amanti del cibo e del vino. Nella top ten, il New York Times segnala anche la natura selvaggia di Panama (n. 4), l’offerta culturale di Monaco di Baviera (n. 5), il Mar Rosso dell’israeliana Eilat (n. 6), la fiera d’arte contemporanea che anima le giapponesi isole Setouchi (n. 7), la danese Aalborg (n. 8), le Azzorre (n. 9) e le grotte di ghiaccio dell’Ontario (n. 10). – See more at:   Fonte: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Il-New-York-Times-incorona-Puglia-e-Liguria-mete-del-2019-e1207c76-a264-41be-991f-2705c861fda1.html

Fungo Cardoncello in tour : sagra a Ruvo di Puglia

14^ Sagra del Fungo Cardoncello   Le porte della città di Ruvo di Puglia, nell’entroterra nord barese a pochi chilometri dal mare, si aprono per una delle sagre più celebri di tutta la regione che percorre tutto il territorio delle Murge in onore di una coltura tipica e sempre amata. È la Sagra del Fungo Cardoncello, che riunisce anche in questo 2018 i migliori buongustai della Puglia tra ricette del tutto uniche e una festa dedicata ai più prestigiosi produttori locali. Per la quattordicesima edizione di questo rutilante festival bisognerà attendere il 10 e l’11 di novembre, con appuntamento nel cuore della città barese. La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco UNPLI Ruvo di Puglia con il patrocinio del Comune di Ruvo di Puglia, del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, della Regione Puglia, del Parco Nazionale Alta Murgia, del Comitato Regionale Unpli Puglia, la Confcommercio e molte altre realtà produttive locali, partecipando alla festa che fungerà loro da vetrina e raccordo con il grande pubblico.

IL FUNGO CARDONCELLO

Il fungo Cardoncello è uno dei prodotti tipici di Ruvo di Puglia, e la sagra a esso dedicata è per risonanza mediatica e buon gusto attesa da diversi anni a questa parte da tutti gli abitanti del luogo. Le luci si accenderanno su quella che è una delle tradizioni delle più classiche delle Murge, sulla sua identità culturale, il tutto senza dimenticare il divertimento e il folklore che da sempre contraddistinguono questa festa, dando vita a tutta la storia del territorio con la simpatia classicamente pugliese. Le altre edizioni sono spiccate per il gran pubblico che sono state capaci di richiamare, registrando ingressi da record; è bene sperare pertanto che anche questa edizione 2018 sarà regalare le stesse soddisfazioni, con affluenze capogiro.

DEGUSTAZIONI E STAND

Sarà possibile non solo partecipare a degustazioni di ricette a basi di fungo Cardoncello, ma anche assaporare molti altri prodotti locali degustando il vino notoriamente pugliese, con in sottofondo musica e baldoria. La Sagra del Fungo Cardoncello sarà una festa aperta a tutti che coinvolgerà famiglie e ragazzi, dalle 16:00 alle 24:00, nel cuore di Ruvo di Puglia, il 10 e l’11 novembre.   fonte: https://www.puglia.com/fungo-cardoncello-sagra-ruvo-di-puglia-2018/

Arte contemporanea a Polignano

L’arte assume il ruolo di protagonista a Polignano a Mare dove sabato 24 marzo dalle ore 19:00 alle ore 21:00 è in programma “Dialoghi 3.0: Pino Pascali e Claudio Cintoli”, un’analisi osservativa e critica delle “opere aperte” dei due artisti da parte della Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea. Il concetto del tempo sale sul palco guidando gli spettatori nel mondo archetipico dei due geni creativi dove l’uomo è posto al centro di un universo in cui convergono conoscenza, pensiero magico-archetipico e mitopoietico. Tra le opere in mostra possiamo citare Cavalletto, Cesto,Arco di Ulisse e Liane di Pino Pascali, tutte opere del 1968. Dialoghi 3.0 è parte dell’anno di celebrazioni dedicate al 50esimo dalla prematura scomparsa di Pino Pascali, avvenuta all’età di soli 33 anni a Roma, l’11 settembre 1968. Lungo l’arco del 2018 sono previsti talk, workshop, incontri, mostre, convegni, nel segno della memoria. L’esposizione Dialoghi 3.0, a cura di Rosalba Branà, è un prosieguo ideale del format Dialoghi nato nel 2014 con la sua versione 1.0 “Pino Pascali e Luigi Ghirri. Il mare e il cielo.”, dove erano poste in relazione l’opera “32 metri quadri di mare circa” di Pascali (per l’occasione restaurata dalla Fondazione) e “Infinito” di Luigi Ghirri. Bisogna attendere il 2015 per ammirare l’edizione successiva, “Dialoghi 2.0 Pascali e Bonalumi, Castellani, Fontana, Manzoni”, che ha analizzato in modo storico e scientifico il rapporto tra le finte sculture bianche di Pascali con le varie influenze dell’ambiente milanese; i caratteri predominanti di questa indagine sono stati materia, spazialità, anti-scultura. Una lieta celebrazione quella organizzata a Polignano a Mare dove Pino Pascali torna artisticamente a casa, originario della città del barese ed emigrato dopo il diploma per collaborare come scenografo RAI. Un incidente in moto, di cui era appassionato, lo porta via proprio mentre il suo successo era all’apice: le sue opere erano esposte in quel momento alla Biennale di Venezia e celebrate da galleristi e amanti dell’arte di tutto il mondo. Appuntamento al 24 marzo per una delle mostre più importanti del panorama artistico del meridione, in via Parco del Lauro 119, visitabile sino al prossimo 30 settembre.   Fonte puglia.com